KINTSUGI: il nuovo album dei VOINA

Annunciato il KINTSUGI TOUR
02.03 – Scumm, Pescara
07.03 – Arci Bellezza, Milano
08.03 – Covo Club, Bologna
15.03 – Rockish c/o Spazio211, Torino
16.03 – Capanno Blackout, Prato
23.03 – Febbra Rock c/o Wishlist, Roma
30.03 – Sound Music Club, Frattamaggiore (NA)
05.04 – Magma, Tolentino (MC)

KINTSUGI è il nuovo album dei VOINA, disponibile da venerdì 23 febbraio per V4V Records (edizioni Sony/ATV Music Publishing). Prosegue inoltre il KINTSUGI TOUR ,che li vedrà impegnati sui palchi dei club della penisola.

Questo disco è un inno alla disfatta e all’infinita voglia di continuare ostinatamente a risorgere. Un inno alle sfide quotidiane, un inno ai Voina che da più di dieci anni si infrangono contro questo strano mondo e ogni volta rimettono insieme i pezzi sapendo che alla fine sono proprio le crepe a far entrare la luce.

KINTSUGI è il quarto disco in studio dei VOINA e, come ogni loro disco, rischia inesorabilmente di essere l’ultimo. Ancora una volta la band raccoglie i cocci della propria esistenza e riassembla tutto glorificandone le disfatte, da qui la metafora della pratica giapponese kintsugi, e lasciando ammirare i segni del tempo e della maturità raggiunta sui propri inciampi, errori e dolori. 

“Rincollare le cose rotte.
Rincollarle anche quando ti dicono che forse non ha più senso farlo, che le cose vecchie vanno tenute in soffitta insieme ai ricordi e le cose dimenticate.
Rincollare le cose rotte.
Rincollarle anche quando i pezzi si fanno sempre più piccoli, e ogni nuova incrinatura allarga quella precedente.
Rincollare le cose rotte.
Rincollarle contro il tempo, la memoria, contro gli impegni della vita tutti i giorni.”

Da marzo 2024 i VOINA saranno in tour per presentare il nuovo disco, a cura di Tube Agency 

KINTSUGI TOUR
02.03 – Scumm, Pescara
07.03 – Arci Bellezza, Milano
08.03 – Covo Club, Bologna
15.03 – Rockish c/o Spazio211, Torino
16.03 – Capanno Blackout, Prato
23.03 – Febbra Rock c/o Wishlist, Roma
30.03 – Sound Music Club, Frattamaggiore (NA)
05.04 – Magma, Tolentino (MC)

VOINA vengono dalla tundra della provincia abruzzese. Irrequieti per diritto di nascita, parlano di serate storte, di hangover stellari, di amori sporchi e strade vuote. Storie del bar sotto casa per scappare dal bar sotto casa.

CREDITI BRANO
Scritto, suonato e prodotto da Voina
Musica: Voina
Testi: Ivo Bucci
Batteria: Domenico Candeloro
Basso: Mattia De Iure
Chitarre: Nicola Candeloro
Voce: Ivo Bucci
Registrato da Andrea “Giamba” Di GIambattista
Voci registrate ed editate da Marco “Diniz” Di Nardo 
Missato e masterizzato da Filippo Passamonti presso il VDSS Studio di Falvaterra (FR)
Grafiche di Celine Roberti